Inserisca email e password
scelte in fase di registrazione per accedere all’Area riservata

Non ricorda la sua password? Clicchi qui per sceglierne una nuova

Di chi è il
paesaggio?

Di chi è il
paesaggio?

Il paesaggio è nostro (di tutti e di ciascuno) e nostro è il compito di prendercene cura.

Leggi il messaggio
della CEP

Il messaggio della
CEP

Il paesaggio è un elemento importante per il benessere individuale e sociale, per questo esso comporta per ciascuno di noi. Il paesaggio ci appartiene e proprio per questo dobbiamo prendercene cura.

Gli Stati desiderano soddisfare gli auspici delle popolazioni di godere di un paesaggio di qualità e di svolgere un ruolo attivo nella sua trasformazione.
Gli Stati sono persuasi che il paesaggio rappresenta un elemento chiave del benessere individuale e sociale, e che la sua salvaguardia, la sua gestione e la sua pianificazione comportano diritti e responsabilità per ciascun individuo.

Preambolo

"Obiettivo di qualità paesaggistica" designa la formulazione da parte delle autorità pubbliche competenti, per un determinato paesaggio, delle aspirazioni delle popolazioni per quanto riguarda le caratteristiche paesaggistiche del loro ambiente di vita.

Art. 1. c

Ogni Stato si impegna ad avviare procedure di partecipazione del pubblico, delle autorità locali e regionali e degli altri soggetti coinvolti nella definizione e nella realizzazione delle politiche paesaggistiche.

Art. 5. c.

Ogni Stato si impegna ad accrescere la sensibilizzazione della società civile, delle organizzazioni private e delle autorità pubbliche al valore dei paesaggi, al loro ruolo e alla loro trasformazione.

Art. 6. A.

Ogni Stato si impegna a promuovere:
  • la formazione di specialisti nel settore della conoscenza e dell'intervento sui paesaggi
  • programmi pluridisciplinari di formazione sulla politica, la salvaguardia, la gestione e la pianificazione del paesaggio destinati ai professionisti del settore pubblico e privato e alle associazioni di categoria interessate
  • insegnamenti scolastici e universitari

Art. 6. B a, b, c

Ogni Stato si impegna a valutare i paesaggi individuati, tenendo conto dei valori specifici che sono loro attribuiti dai soggetti e dalle popolazioni interessate.

Art. 6 C b

L’espressione “Obiettivo di qualità paesaggistica” indica la direzione da prendere per cambiare i paesaggi. A partire dalle e dai progetti delle le amministrazioni e le istituzioni hanno il compito di guidare le trasformazioni dei paesaggi, provando a tradurre le idee in agende politiche e azioni concrete.

Gli Stati desiderano soddisfare gli auspici delle popolazioni di godere di un paesaggio di qualità e di svolgere un ruolo attivo nella sua trasformazione.
Gli Stati sono persuasi che il paesaggio rappresenta un elemento chiave del benessere individuale e sociale, e che la sua salvaguardia, la sua gestione e la sua pianificazione comportano diritti e responsabilità per ciascun individuo.

Preambolo

"Obiettivo di qualità paesaggistica" designa la formulazione da parte delle autorità pubbliche competenti, per un determinato paesaggio, delle aspirazioni delle popolazioni per quanto riguarda le caratteristiche paesaggistiche del loro ambiente di vita.

Art. 1. c

Ogni Stato si impegna ad avviare procedure di partecipazione del pubblico, delle autorità locali e regionali e degli altri soggetti coinvolti nella definizione e nella realizzazione delle politiche paesaggistiche.

Art. 5. c.

Ogni Stato si impegna ad accrescere la sensibilizzazione della società civile, delle organizzazioni private e delle autorità pubbliche al valore dei paesaggi, al loro ruolo e alla loro trasformazione.

Art. 6. A.

Ogni Stato si impegna a promuovere:
  • la formazione di specialisti nel settore della conoscenza e dell'intervento sui paesaggi
  • programmi pluridisciplinari di formazione sulla politica, la salvaguardia, la gestione e la pianificazione del paesaggio destinati ai professionisti del settore pubblico e privato e alle associazioni di categoria interessate
  • insegnamenti scolastici e universitari

Art. 6. B a, b, c

Ogni Stato si impegna a valutare i paesaggi individuati, tenendo conto dei valori specifici che sono loro attribuiti dai soggetti e dalle popolazioni interessate.

Art. 6 C b

Per definire le politiche paesaggistiche è molto importante la delle popolazioni, oltre a quella delle autorità. La CEP propone che tutte le scelte per il paesaggio debbano avvenire in modo partecipato e democratico, considerando il punto di vista di tutti gli abitanti. Per questo la CEP chiede in primo luogo la crescita della consapevolezza della società civile, attraverso la e la promozione di percorsi di , per le scuole, le università e gli specialisti del settore. Solo se riusciamo a comprendere e mettere in luce i valori dei paesaggi, possiamo ricoprire un nella loro trasformazione.

Gli Stati desiderano soddisfare gli auspici delle popolazioni di godere di un paesaggio di qualità e di svolgere un ruolo attivo nella sua trasformazione.
Gli Stati sono persuasi che il paesaggio rappresenta un elemento chiave del benessere individuale e sociale, e che la sua salvaguardia, la sua gestione e la sua pianificazione comportano diritti e responsabilità per ciascun individuo.

Preambolo

"Obiettivo di qualità paesaggistica" designa la formulazione da parte delle autorità pubbliche competenti, per un determinato paesaggio, delle aspirazioni delle popolazioni per quanto riguarda le caratteristiche paesaggistiche del loro ambiente di vita.

Art. 1. c

Ogni Stato si impegna ad avviare procedure di partecipazione del pubblico, delle autorità locali e regionali e degli altri soggetti coinvolti nella definizione e nella realizzazione delle politiche paesaggistiche.

Art. 5. c.

Ogni Stato si impegna ad accrescere la sensibilizzazione della società civile, delle organizzazioni private e delle autorità pubbliche al valore dei paesaggi, al loro ruolo e alla loro trasformazione.

Art. 6. A.

Ogni Stato si impegna a promuovere:
  • la formazione di specialisti nel settore della conoscenza e dell'intervento sui paesaggi
  • programmi pluridisciplinari di formazione sulla politica, la salvaguardia, la gestione e la pianificazione del paesaggio destinati ai professionisti del settore pubblico e privato e alle associazioni di categoria interessate
  • insegnamenti scolastici e universitari

Art. 6. B a, b, c

Ogni Stato si impegna a valutare i paesaggi individuati, tenendo conto dei valori specifici che sono loro attribuiti dai soggetti e dalle popolazioni interessate.

Art. 6 C b